Come funziona il vaccino johnson

Un’azienda sta testando un vaccino contro il coronavirus noto come JNJ-78436735 o Ad26.COV2.S. Gli studi clinici hanno dimostrato che una singola dose del vaccino aveva un tasso di efficacia fino al 72%. Vuoi sapere come funziona il vaccino Johnson? Janssen Pharmaceutica, una divisione dell’azienda con sede in Belgio, sta sviluppando il vaccino in collaborazione con Beth Israel Deaconess Medical Center.

Il virus SARS-CoV-2 è costellato di proteine ​​che utilizza per entrare nelle cellule umane. Queste cosiddette proteine ​​spike sono un bersaglio allettante per potenziali vaccini e trattamenti.

vaccino johnson come funziona

Il vaccino Johnson si basa sulle istruzioni genetiche del virus per la costruzione della proteina spike. Ma a differenza dei vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna, che memorizzano le istruzioni in RNA a filamento singolo, ecco come funziona il vaccino Johnson utilizza DNA a doppio filamento.

DNA all’interno di un adenovirus

I ricercatori hanno aggiunto il gene per la proteina spike del coronavirus a un altro virus chiamato Adenovirus 26. Gli adenovirus sono virus comuni che in genere causano raffreddori o sintomi simil-influenzali. Il team ha utilizzato un adenovirus modificato che può entrare nelle cellule ma non può replicarsi al loro interno o causare malattie.

Il vaccino Johnson nasce da decenni di ricerca sui vaccini a base di adenovirus. A luglio, il primo è stato approvato per uso generale: un vaccino per l’Ebola, anch’esso prodotto da Johnson & Johnson. L’azienda sta inoltre conducendo sperimentazioni su vaccini a base di adenovirus per altre malattie, tra cui H.I.V. e Zika. Anche alcuni altri vaccini contro il coronavirus sono basati sugli adenovirus, come quello sviluppato dall’Università di Oxford e AstraZeneca utilizzando un adenovirus di scimpanzé.

LEGGI ANCHE  Video ragazza Dubai Tik Tok

I vaccini a base di adenovirus per Covid-19 sono più robusti dei vaccini a mRNA di Pfizer e Moderna. Il DNA non è fragile come l’RNA e il resistente rivestimento proteico dell’adenovirus aiuta a proteggere il materiale genetico all’interno. Di conseguenza, il vaccino Johnson & Johnson può essere refrigerato per un massimo di tre mesi a 2-8 ° C (36–46 ° F).

Come funziona il vaccino johnson

Dopo che il vaccino è stato iniettato nel braccio di una persona, gli adenovirus entrano in contatto con le cellule e si attaccano alle proteine ​​sulla loro superficie. La cellula avvolge il virus in una bolla e lo attira all’interno. Una volta all’interno, l’adenovirus fuoriesce dalla bolla e viaggia verso il nucleo, la camera in cui è immagazzinato il DNA della cellula.

come agisce vaccino covid

L’adenovirus spinge il suo DNA nel nucleo. L’adenovirus è progettato in modo da non poter creare copie di se stesso, ma il gene per la proteina spike del coronavirus può essere letto dalla cellula e copiato in una molecola chiamata RNA messaggero o mRNA.

Costruire proteine ​​spike

L’mRNA lascia il nucleo e le molecole della cellula leggono la sua sequenza e iniziano ad assemblare proteine ​​spike.

Alcune delle proteine ​​spike prodotte dalla cellula formano spike che migrano verso la sua superficie e sporgono dalle punte. Le cellule vaccinate suddividono anche alcune delle proteine ​​in frammenti, che presentano sulla loro superficie. Questi picchi sporgenti e frammenti di proteine ​​spike possono quindi essere riconosciuti dal sistema immunitario.

L’adenovirus provoca anche il sistema immunitario attivando i sistemi di allarme della cellula. La cellula invia segnali di avvertimento per attivare le cellule immunitarie nelle vicinanze. Facendo scattare questo allarme, il vaccino Johnson & Johnson fa sì che il sistema immunitario reagisca più fortemente alle proteine ​​spike.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *