Nuovo iPhone 12 prezzo e uscita

Come si sa e come tutti gli anni a settembre è in arrivo la data di uscita del nuovo iPhone 12 prezzo e uscita che tutti aspettano, ma come sarà? Quanto costa? Quale è la data di uscita? Vediamo alcuni aspetti curiosi.

Data e Uscita iPhone 12

La data di uscita dell’iPhone 12  sarà intorno all’8 di Settembre. Quest’anno Apple ha deciso per iPhone 12 quattro modelli di cui una versione più piccola, che potrebbe chiamarsi iPhone 12 Mini.

Le 4 versioni dei modelli di iPhone 12

  1. iPhone 12 Mini: display OLED da 5,4″ e doppia fotocamera
  2. iPhone 12: display OLED da 6,1″ e doppia fotocamera
  3. iPhone 12 Pro: display OLED da 6,1″ e tripla fotocamera
  4. iPhone 12 Pro Max: display OLED da 6,7″ e tripla fotocamera

Al momento nulla è ancora certo, si tratta solo di rumor ad esempio per la presunta uscita del modello mini, andiamo a rissumere quel che sappiamo finora dei prossimi iPhone 12.

Saranno tutti dotati di uno schermo OLED: a differenza dell’LCD (presente attualmente su iPhone 11), la tecnologia OLED garantisce colori più vividi ed è potenzialmente più efficiente in termini di autonomia quando si utilizza la modalità scura.

Fotocamera 3D Tof

data uscita nuovo iphone 12 mini

iPhone 12 e iPhone 12 mini avranno due fotocamere, a differenza dell’ iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max avranno una tripla fotocamera.

I modelli più economici avranno una fotocamera “normale” e una grandangolare, con angolo di visione più ampio. Nei due modelli Pro ci sarà anche un teleobiettivo, che permeterà di scattare foto con zoom ottico 2x.

LEGGI ANCHE  Come collegare il telefono alla Smart TV

Inoltre, tutte le più importanti fonti (tra cui Ming-Chi Kuo e Bloomberg) sostengono che gli iPhone 12 Pro saranno dotati anche di un sensore Time of Flight (ToF).

Che cosa è il Time of Flight?

La tecnologia Time of Flight (o Tempo di volo, in italiano) permette di calcolare la distanza degli oggetti, creando una sorta di mappatura 3D della foto. Il principio è simile a quello dei radar: la fotocamera invia una serie di impulsi luminosi che, rimbalzando sugli oggetti, ritornano al sensore. Questo permette di calcolare la distanza degli elementi presenti nello scatto, basandosi sul tempo impiegato dal fascio luminoso a tornare alla fonte. Un sistema analogo è già usato da Apple per la mappatura del volto necessaria per il FaceID.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *